Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Il gatto che si morde la coda

Ma se ora hanno ucciso Saddam, che differenza c'è tra assassino e giustizieri? Assassino uno e assassino l'altro. Ci vorrebbe qualcuno che uccida i giustizieri, e qualcun altro che uccida gli assassini dei giustizieri e qualcun altro ancora che uccida gli uccisori degli assassini dei giustizieri dell'assassino...

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:17, , links to this post




Déjà Vu

Veramente un bel film. L'ho visto l'altra sera al cinema e devo dire che i soldi spesi sono stati spesi bene. Un Thriller d'Azione molto ben fatto con un'ottima trama e un'ottima regia. La regia, a sottolineare la volontà di non lasciar respiro allo spettatore cambia molto spesso e molto velocemente inquadratura riuscendo ottimamente nello scopo. La trama è avvincente con quel pizzico di fantascienza che da un tocco di colore e di interesse in più al film. Infatti il film parla della fantomatica apertura casuale di una finestra temporale nel passato che permette all'agente Doug Carlin (Denzel Washington) con un team di cervelloni dell'FBI di affrontare al meglio un caso di attentato ad un traghetto a New Orleans. Condite il tutto con una storia d'amore platonico un po' forzata ma che in film del genere ci sta sempre bene e avete un bel film da vedere. In un anno in cui il cinema nostrano e d'oltreoceano ci ha concesso ben poco sicuramente uno dei migliori film.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 15:45, , links to this post




Meglio e peggio

Il meglio e il peggio che ci ha riservato il 2006 (secondo me e tra le cose che mi ricordo)
Film
Meglio: L'era glaciale 2, Dejà vu; Peggio: The Libertine
Disco
Meglio: Razorlight - Razorlight; Peggio: Thom York - The Eraser
Singolo
Meglio: The Kooks - Naive; Peggio: Jovanotti - Falla girare
Eventi indimenticabili
Meglio: Vittoria ai mondiali; Peggio: le troppe guerre di quest'anno
Personaggi
Meglio: Welby; Peggio: Bono
TV
Meglio: Ballarò; Peggio: Amici, Uomini e donne, Pupe e Secchioni

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 15:14, , links to this post




Palleblog

Non vi è mai venuto in mente guardando Controcampo, o la Domenica Sportiva: "Ma guarda quelli, si sentono chissàcchi e invece stanno solo parlando di calcio". A me non sapete quante volte. Gente seria, in giacca e cravatta che si azzuffa e quasi viene alle mani per che cosa? per il calcio. A me fa troppo ridere. Oppure sentire le cretinate che durante le telecronache vengono dette (quelle che preferisco sono: "Azione in fase embrionale" e "In questa difesa non passerebbe neanche una secchiata d'acqua"). Tutte cose che a me, che il calcio un po' lo seguo, fanno sbellicare (come diceva non ricordo chi). Ed è proprio partendo da questo ragionamento che con l'amico Lovejoy abbiamo deciso di aprire Palleblog, un blog dove si parla di calcio, in maniera molto leggera, con lo scopo principale di sbeffeggiare chi, in giacca e cravatta, si azzuffa per uno sport chiamato calcio.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:22, , links to this post




Quando si dice lo spreco....

I rettori si sono incazzati, ora sarebbe il caso di incazzarci anche noi. Volevano più soldi, non potranno più comprare la carta. Ma se poi vai a scoprire che in Italia ci sono la bellezza di 323 università con menodi 15 iscritti, centri in paeselli sperdutissimi con non più di 1000 persone dove vogliono formare medici, ti chiedi dove vanno a finire i tuoi soldi. E io che mi lamentavo che nel corso di laurea dove sono iscritto io siamo appena una trentina...

P.S. Una riformina all'Università sarebbe cosa gradita. Grazie

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 10:32, , links to this post




Saddam a morte, entro 30 giorni

Come già scritto sono contrario alla pena di morte, di chiunque si parli. Anche Saddam. Ci tenevo solo a ribadire questo concetto.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:17, , links to this post




E' ricomparso il Piccolo Budda

E' ricomparso dopo quasi un anno. Io ne avevo parlato in uno dei primi post del mio blog e ora, notizia del Corriere, si è fatto rivedere. Attirando sempre più curiosi e seguaci. Si dice che non mangi da non si sa quanto tempo, e nel video effettivamente si vede un po' sciupato. Che si riguardi.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:12, , links to this post




Auguri

Vi auguro i migliori auguri di Buon Natale e, nel caso non ci si leggesse a breve, anche di Buon Anno Nuovo.

P.S. Tranquilli, quello della foto non sono io ma un cretino americano che si è fatto gli alberelli di natale in testa per festeggiare...

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:19, , links to this post




Per Welby niente funerali religiosi

Negli ultimi giorni ho assistito ad una polemica, all'interno della blogsfera contro la Chiesa che sinceramente non capisco. Tutto è scaturito dal rifiuto della Chiesa di celebrare i funerali religiosi dei Piergiorgio Welby. Da qui tutti a protestare, ma non capisco il perchè. La Chiesa ha tutto il diritto di non voler celebrare il funerale di una persona della quale era risaputa la volontà di uccidersi. I dettami religiosi dicono questo e non vedo per quale motivo Ruini & co. avrebbero dovuto comportarsi diversamente. Inoltre, non credo che Welby stesso sia stato religioso, anche considerando il comportamente della Chiesa e dei pseudocattolici nei suoi confronti mentre era vivo. Da più parti ho letto che a Pinochet (un gran bell'assassino, con buona pace di qualcuno) invece il funerale religioso è stato concesso, ma è un altro discorso, l'opposto. L'aver celebrato il funerale di Pinochet è stato un atto di piena incoerenza con i dettami della religione cattolica, il non aver celebrato il funerale di Welby, invece, è un atto di coerenza. Aggiungo anche che se la Chiesa celebra o meno un funerale non è affar mio; a me interessa se fa in modo che un laico diritto non venga riconosciuto in nome di un Dio al quale non credo. Il resto, se la vedano loro, in pace o meno con la loro coscienza.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 13:58, , links to this post




Welby è morto

Mi dispiace sinceramente. Ha portato avanti la sua battaglia e finalmente ha ottenuto ciò che desiderava da tempo. Peccato che a causa dell'inciviltà di molti non l'abbia potuto fare come voleva lui, legalmente. Peccato.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:56, , links to this post




Alberto Moravia - Gli Indifferenti

L'ultima mia fatica porta una firma illustre della letteratura italiana. Un libro molto simile alla Coscienza di Zeno di Svevo, sopratutto per quanto riguarda l'ambientazione (alta borghesia italiana) e per l'interesse verso il pensiero del protagonista, più che verso le sue azioni. La trama: una famiglia in cui la madre è vedova con due figli ormai grandi si trova in gravi problemi finanziari a causa di un raggiro operato dall'amante della madre stessa; ma nessuno riesce ad avercela con l'amante: la madre è ancora innamorata di lui, la figlia diventa la nuova amante dell'amante della madre, il figlio soffre di un'indifferenza cronica che gli impedisce di aver a cuore qualsiasi cosa. Ed è proprio l'indifferenza del figlio la protagonista indiscussa del libro, la sua mancanza di partecipazione a qualunque cosa succeda intorno a lui.
Devo dire che sinceramente il libro non mi è sembrato niente di particolare, preferisco di gran lunga Svevo anche se la scritturadi Moravia essendo più moderna è anche più lineare e leggibile.
Do un 5, non di più

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 23:17, , links to this post




Povero Bondi

Grazie alla segnalazione di MrKutz ho trovato il video del monologo di Travaglio ad Anno Zero quando l'ospite del centrodestra era l'uomo zerbino, Sandro Bondi, reduce dal suo sciopero della fame non mi ricordo neanche per cosa. Dovete vederlo in faccia, fa proprio pena.
Qui il link del video

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 12:40, , links to this post




Blues/Janis Joplin/Kozmic Blues

Ultimamente mi sto appassionando in modo particolare al blues di Janis Joplin.
Kozmic Blues è una canzone veramente favolosa. Una di quelle canzoni che ti trasmette tutto ciò che il cantante ha dentro, tutta l'angoscia, il dolore, la delusione la tristezza; una di quelle canzoni per cantare le quali non ci si risparmia, che si cantano a squarciagola in auto quando magari tutti attorno a te ti prendono per cretino; una di quelle canzoni che ti prendono talmente tanto che quasi quasi ti viene da piangere immedesimandoti con tutto te stesso nella canzone. In fondo il blues è questo, dolore e passione, da trasmettere fino in fondo.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 21:48, , links to this post




U2, riflessione

Lo so, sembra quasi che parli solo degli U2; ma per ora, non avendo niente di meglio di cui parlare parlo di loro. E lo faccio facendo riferimento ad un articolo pubblicato su XL di Repubblica trovato su U2.com. Il titolo è "U2, ieri filosofi, oggi filantropi", e si riferisce alla trasformazione del gruppo irlandese dagli inizi degli anni ottanta ad oggi. Concordo in pieno con l'autore dell'articolo (Riccardo Bertoncelli) quando dice che "c'è una spada che separa di netto la storia degli U2: da un lato gli anni della rincorsa, dell'ingenua passione, della voglia di conquistare il mondo con "three chords and the truth", dall'altra la stagione della rendita, seduti in cima alla montagna rock, a calcolare ogni mossa. Abbasso la nostalgia, certo, ma chi ci darà più le emozioni dell'84-87, quando il rock per l'ennesima volta collassato risorgeva per merito di quei ragazzi straboccanti di energia, che mettevano tutto di sé nelle loro canzoni tirandosi dietro una generazione intera?" Non me ne voglia l'autore dell'articolo, ma voglio fare mie le sua parole. Lasciando stare tutto quello che Bono e soci fanno e che non c'entra niente con la musica, il best of 80-90 vale 10 volte quello 90-2000, e how to dismantle an atomic bomb sicuramente ha reso meno delle aspettative. E' vero, dal novanta a d oggi gli u2 hanno sfornato bellissime canzoni, prima fra tutte One (ma anche Stuck in a moment you can't get out of it, Stay, Miss Sarajevo, Walk on, e qualche altra che in questo momento non mi viene in mente), ma è anche vero che cd belli come The Joshua Tree (1987), Boy (1980), o anche War (1983) gli U2 non li faranno più. Dal 1990 ad oggi l'unico cd da ricordare veramente è stato Achtung Baby del 1991 e tante speranze di trovarne un'altro con la carica dei giovani U2 non ne ho.

P.S. Oggi ho letto anche che probabilmente entro la fine del prossimo anno uscirà il nuovo cd della band irlandese. Speriamo in bene.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:54, , links to this post




Deluso, inappagato e infelice

Una delle più più grosse delusione della mia vita è stata il non riuscire a trovare il biglietto per uno dei tre concerti degli U2 in Italia del 2005 (da Palermo sarei andato anche all'altro capo del mondo per vedere il concerto, ma purtroppo...). Non immaginate quindi la felicità al pensiero di vivere in parte ciò che mi ero perso quando ho sentito che La7 avrebbe trasmesso la tappa di Milano del concerto. Questa è stata la seconda delusione legata a quell'avvenimento. Un po' troppo direi.
Poche canzoni, neanche una decina, neanche le più belle (a parte With or without you e Miss Sarajevo). Un Bono deludente col giubbotto di pelle rosso e nero (il concerto si è svolto a luglio), e la breve durata di quell'illusione mi ha lasciato in bocca.
Un amico, Lovejoy, dice che ormai non c'è più spazio nella tv generalistica per i concerti e che quello trasmesso ieri sera è stato usato solo come tappabuchi. Io non so, sono deluso e basta.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 19:52, , links to this post




Pinochet è morto

Fuori uno. Vediamo chi sarà il prossimo dittatore a lasciarci la Terra un po' più pulita.
Non vi dico che schifezze ha fatto, ma per capire un po' le sofferenze che ha provocato consiglio di leggere Il Postino di Antonio Skarmeta (il libro da cui è stato tratto il film Il Postino con Massimo Troisi) e di ascoltare Mothers of the disappeared, capolavoro degli U2 dedicato alle madri dei dissidenti politici fatti scomparire dal regime:

MOTHERS OF THE DISAPPEARED

Midnight, our sons and daughters
Were cut down and taken from us
Hear their heartbeat
We hear their heartbeat
In the wind
We hear their laughter
In the rain
We see their tears
Hear their heartbeat
We hear their heartbeat
Night hangs like a prisoner
Stretched over black and blue
Hear their heartbeat
We hear their heartbeat
In the trees
Our sons stand naked
Through the walls
Our daughters cry
See their tears in the rainfall

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 21:25, , links to this post




Pacs, perchè no

Parliamo ancora una volta di temi etici: i Pacs. Nonostante se ne parli da molto tempo ormai, non ho ancora ben capito con che motivazioni c'è ancora gente che dice "sono contrario". Allora, di buona volontà, sono andato a cercare i temi principali che i teodem contrappongono al riconoscimento di alcuni diritti alle coppie di fatto. A mio avviso non ce n'è una valida, anzi, molti li vedo pieni di omofobia e ignoranza.
Partiamo dalle affermazioni dell'Osservatore Romano: "Non ha senso parlare di diritti individuali di persone alle quali è riconosciuto uno stato di coppia e ancora di più di diritti che hanno uno spiccato carattere pubblico, come quelli relativi ai temi previdenziali ed assistenziali. La constatazione è talmente immediata da far pensare che chi esprime certe giustificazioni abbia oltre ad assai poco rispetto per la famiglia, anche un certo disprezzo per l'intelligenza degli uditori".(...) "Quali che siano le norme da inserire in quel disegno di legge, è chiaro che il tutto andrà fatalmente a costituire una legislazione parallela a quella del diritto di famiglia, il quale diventerebbe, come lo stesso matrimonio, un istituto relativo. (...) La famiglia eterosessuale, fondata sul matrimonio, diventa inesorabilmente un fenomeno relativo: uno dei diversi fenomeni sociali, una delle diverse forme di accoppiamento". Contro il relativismo, fino alla morte. Per l'Osservatore Romano, quindi, è preferibile salvaguardare un'istituzione astratta come il matrimonio che non concedere alcuni diritti che porterebbero solamente l'Italia alla stregua di un Paese civile. Non vedo in qual modo la "famiglia" dell'Osservatore Romano verrebbe lesa nel caso in cui ad una coppia, eterosessuale o meno, venisse concesso il diritto della comunione dei beni, o altri diritti che riguardano solo l'aspetto legislativo. La famiglia in quanto tale non viene indebolita, perchè è e rimane una cosa diversa. Chi crede veramente nel matrimonio non credo proprio che possa decidere di non sposarsi solo perchè sono stati approvati i pacs i pacs. Anzi, penso proprio che coloro che non vogliono sposarsi fino ad oggi si siano ritrovate costrette a sposarsi solo per vedersi riconosciuti diritti che gli spettavano. Il matrimonio, sopratutto quello cattolico è qualcosa che si affronta essendo sicuri della propria scelta e se si opta per i pacs vuol dire che tanto sicuri non si è.
Un'altro tema che viene opposto è: "Oggi i pacs e domani vorrete fare adottare i bambini agli omosessuali?" Sono in molti che se ne escono fuori con questa domanda, sopratutto coloro che non sanno più con cosa argomentare il loro rifiuto ai pacs. A loro rispondo solo dicendo che nessuno ha mai parlato di adozione per le coppie omosessuali, neanche la rosa nel pugno. Quello è un altro discorso.
Se volete, potete anche leggervi l'opposizione di asteargu (un accanito lettore del mio blog) ai pacs tra i commenti di questo post.
Inoltre, sullo stesso tema, consiglio la lettura dell'interessantissimo articolo di Eugenio Scalfari su Repubblica che condivido appieno e di cui riporto un passo:

"Perché la Chiesa cattolica dovrebbe opporsi ad una legge ispirata a questi principi? Perché non dovrebbe considerarla anzi come parte integrante e conforme al messaggio che emana dalla predicazione evangelica? Non è la tutela dei diritti individuali uno dei cardini di quel messaggio? Non è il rispetto della persona e la sua dignità? Non è l'includere una finalità dell'amore del prossimo e l'escludere un vero e proprio peccato di egoismo e di superbia? Non fu Gesù di Nazareth a salvare la peccatrice, a riscattare gli schiavi, ad amare i diversi e i deboli? Non è l'amore del prossimo ad aver reso grande il Cristianesimo e affidabili i veri cristiani anche da parte di chi non ne condivide la fede?
Ho letto ieri sulle pagine di Repubblica l'intervista di Ferzan Ozpetek, il regista di Fate ignoranti che pone, appunto, queste domande. Le condivido in pieno e penso che dovrebbero condividerle tutti i cristiani e tutti i cattolici. In particolare - e non si dica che è un paradosso - la gerarchia, i vescovi successori degli apostoli, il Papa vicario di Cristo. Dov'è l'amore? Dov'è l'inclusione? Dov'è la pietà?"

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 13:12, , links to this post




Il Manifesto

Non l'ho mai letto, ma da oggi i giornalisti dello storico giornale comunista trovano la mia ammirazione e il mio sostegno: "Papa, lasciaci in Pacs"

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 12:36, , links to this post




Petrolio, il motore del mondo

Ormai non ci si muove se non grazie e per il petrolio. Da esso si ricavano la benzina, il gasolio, il cherosene, l'olio per i motori, il catrame, l'asfalto e chissà cos'altro. Checchè se ne dica, in Iraq ci si è andati per il petrolio e non si riesce a mettere pace tra le diverse etnie per il petrolio; l'Iran rompe le scatole perchè ha il petrolio, il Venezuela idem, in Nigeria si combatte per il petrolio. La principale fonte di energia globale è il petrolio; chi non ce l'ha l'importa e dipende dalle scelte politiche di chi ce l'ha (spesso si tratta di zone instabili politicamente a causa proprio del petrolio). Un nome a caso di Paese che importa quasi tutto il petrolio dall'estero: l'Italia. L'impatto ecologico del petrolio è devastante per il nostro pianeta.
Nonostante mi sforzi non riesco a trovare un solo aspetto positivo nell'utilizzo del petrolio come fonte di energia, se non che prima o poi finirà e ci si dovrà per forza buttare su fonti di enrgia alternative. Riuscirà il pianeta e l'umanità a sopportare questa dipendenza fino all'esaurimento dei giacimenti o arriveremo al punto in cui quando ci accogeremo del danno sarà troppo tardi?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 12:31, , links to this post




J. R.R. Tolkien - Lo Hobbit

Un altro gran bel libro di Tolkien. Sicuramente non raggiunge i livelli veramente molto alti del Signore degli anelli, o anche del Silmarillion, ma vale sicuramente la pena di leggerlo; sopratutto per chi, come me, non riesce più ad allontanarsi dalla terra di mezzo e ha scelto questo fantastico mondo per le proprie avventure immaginarie. Un capitolo immancabile per chi vuole conoscere tutto sulle avventure e i fatti che precedettero il viaggio di Frodo e della sua compagnia alla distruzione dell'anello. Per il resto: il solito Tolkien, attentissimo a tutto ciò che ruota intorno al libro, ai nomi, ai personaggi, alle poesie e ai canti.
Non mi rimane altro da dire se non che, appena me li compro, inizio leggere i Racconti Perduti, i Racconti Ritrovati e i Racconti Incompiuti. Per un po', però, mi dedico ad altro...

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:18, , links to this post




Ricontiamo!

Ormai si è deciso e si riconteranno i voti, almeno in 7 regioni; decisione presa all'unanimità dalla giunta per le elezioni, bla bla. I particolari penso li conosciate.
Se dovessi dare un giudizio super partes, da giudice quanto più possibile imparziale, direi che la decisione presa è giusta. Deaglio a favore della sinistra e Berlusconi, lui su tutti, a favore della destra hanno creato tantissimi dubbi (entrambi non so quanto giustificati) sull'esito delle scorse politiche. Meglio ricontare allora, per creare una situazione più chiara di cosa realmente è successo e, sopratutto, su chi ha davvero vinto. Ma c'è un ma..... Non so voi ma io, appresa la notizia, sto iniziando a provare un certo stato di inquietudine.....sarà paura?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:05, , links to this post




"Siamo 2 milioni"

Nonostante la manifestazione ieri a Roma abbia la sua importanza(a destra, perchè mi sa che a sinistra non li ha cacati nessuno) non posso far altro che trovarci una comicità involuta ma che ieri aleggiava ovunque. A cominciare dalle spillette con la scritta "Forza Silvio" (che gli cambiassero nome al partito, magari si può tornare a tifare per l'Italia come si faceva una volta) finendo con le solite cifre sparate dal cavaliere. "Siamo 2 milioni", "I sondaggi ci danno al 52% senza l'Udc" e tanto altro. Palese la loro falsità. Io me la prendo a ridere, ma ci sarebbe da piangere a pensare che tanta gente gli crede. Ma il culmine arriva da uno dei tanti uomini zerbini, il fido Bonaiuti che su Berlusconi dichiara: "E' caricato, caricatissimo. Abbiamo fatto le 2 stanotte per preparare il discorso che pronuncerà dal palco. E' in perfetta forma. D'altra parte, lui è un combattente, un Rocky (qua ci vorrebbero almeno due minuti di pausa per riprendersi dalle risate): quando pensi debba essere sconfitto viene fuori alla grande, per vincere".

Parlando seriamente, mi vorrei complimentare per le croci celtiche viste ieri, facevano un bell'effetto. Bellissimi anche i fischi all'inno nazionale. Complimentoni

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 10:07, , links to this post




Arriarridaje con sta astinenza


Già tempo fa avevo parlato di prevenzione contro l'aids con il post "Arridaje con l'astinenza" nel quale criticavo l'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton che predicava l'astinenza come soluzione al problema. Si vede che oltreoceano la soluzione è stata trovata in modo bipartizan dato che anche il caro George Bush, nella giornata mondiale contro l'aids, rilancia "l'astinenza come unico mezzo sicuro per la prevenzione dell'Aids". Già, gli Stati Uniti sono ancora in "prima linea nel mondo nella lotta contro l'aids". Meno male che ci sono loro, altrimenti la Chiesa avrebbe avuto troppo da fare in giro per il mondo.
Chi mi segue un po' saprà come la penso riguardo all'astinenza come mezzo per combattere l'aids, ma per riassumere cito una battuta dell'amico Francesco Costa: "proporre l'astinenza contro l'aids è un po' come dire che la soluzione contro gli incidenti stradali sia restare a casa".
Ci si sveglierà prima o poi?

P.S. Per chi volesse ho scritto un post che approfondisce la questione su Bloggoverno

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 22:27, , links to this post




Difensori del cattolicesimo senza se e senza ma

Dico, va bene difendere la propria religione, ma certe volte si cavalcano battaglie assolutamente prive di senso. L'ultima è un'idea che viene da Forza Italia. I pochi non interessati alla manifestazione di domani (anche da Capaci (PA) sono partiti pullman alla volta di Roma) e alle condizioni del divin premier si sono inventati una campagna di protesta contro l'Ikea rea di aver ritirato dal mercato le statuette del presepe. Da ciò parte l'invito a boicottare la catena svedese (mi sembra sia svedese, se sbaglio correggetemi pure) rea di aver applicato le tanto brutali leggi del mercato. Spiegatemi per piacere cosa dovrebbe spingere l'Ikea a vendere qualcosa che non riesce a piazzare sul mercato? Che Forza Italia se la prenda con i cattolici che non fanno il presepe piuttosto.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:54, , links to this post