Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Supertassa sui Suv

Non sapete quanto sono contento di questa tassa uscita fresca fresca dalla finanziaria del governo. A parte tutte le argomentazioni ideologiche che potrebbero essere, stile Robin Hood, "togliamo ai ricchi per dare ai poveri" sono altri i motivi che animano questa mia felicità. Vi è mai capitato di trovarvi nel traffico con un coso di questi davanti? Magari quando non conoscete bene la strada e il bestione davanti vi impedisce di vedere ciò che va oltre il vostro cofano. Oppure, avete mai provato ad uscire da un parcheggio con un bel Suv davanti a voi? Talmente impiccicato e largo che per uscire dovete fare 100 manovre. Aggiungi un pizzico di antipatia innata in questi cosi e la tassa è servita.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 11:41, , links to this post




Berlusconi oggi compie 70 anni

Non sarebbe l'ora di andare in pensione?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 12:56, , links to this post




Sogno ad occhi aperti

Ve lo immaginate come regalo di compleanno un concerto? No, non un concerto del vostro cantante preferito, meglio: il vostro concerto! Come in Da 0 a 10 di Ligabue dove il protagonista come regalo di compleanno sale su un palco e può realizzare il sogno di una vita. Favoloso! Da brividi!
Beh, ora sapete cosa regalarmi al mio prossimo compleanno.

P.S. Avvisatemi almeno qualche mesetto prima però, il tempo di esercitarmi; suono malissimo e canto come una capra, ma vorrei fare una figura al limite dell'accettabile. Grazie

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 23:54, , links to this post




Andrea Camilleri - La Pensione Eva

Andrea Camilleri - La Pensione Eva
Dopo essermi fatto le seghe mentali con il libro sui Simpson e la filosofia e aver deciso di abbandonarlo per manifesto eccesso di pesantezza sono passato a qualcosa di più leggero. Camilleri, in questi casi è il mio rifugio naturale, e devo dire che sotto questo aspetto non tradisce mai. Bellino, leggero, ma niente più. Scivola veloce, ma con la stessa velocità con cui lo leggi se ne va via anche quel poco che poteva lasciarti in eredità. In mancanza d'altro potete leggerlo, poche orette passate in tranquillità e leggerezza.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 11:06, , links to this post




Eutanasia: è ora di parlarne

Sono in tanti a ritenere l'eutanasia qualcosa di abominevole, qualcosa che va contro la natura dell'uomo stesso. Si dice Dio ti ha dato la vita, solo lui può anche togliertela. Ma chi questo Dio non ce l'ha? E' il caso di Piergiorgio Welby, malato di distrofia muscolare, condannato ad una vita totalmente artificiale. E' lui che per ultimo, in ordine di tempo ha portato alla ribalta uno dei problemi etici più dibattuti dell'ultimo periodo.
Sappiamo tutti cos'è l'eutanasia: portare alla morte un uomo in modo da evitargli il dolore negli ultimi momenti di vita. Io sono fondamentalmente favorevole all'eutanasia, naturalmente severamente regolata. Ognuno di noi è padrone di se stesso, della vita come della morte. Se io, malato terminale, che subisce accanimento terapeutico, voglio la morte e lucidamente lo chiedo, cosa c'è che eticamente può impedirmi di morire? Dio per me non esiste, non è lui il padrone della mia vita. E anche se lo fosse, sicuramente non guadagnerò la vita eterna in punto di morte naturale grazie a qualche prete caritatevole. Non è Dio ad essere in possesso delle nostre vite, ma coloro che lo credono.
Mi hanno profondamente toccato le parole di Welby perchè credo che colgano il nocciolo della questione anche facendo riferimento alle parole di chi è notoriamente contrario all'eutanasia: Papa Ratzinger.
"Occorre ribadire la dignità inviolabile della vita umana, dal concepimento al suo termine naturale". Ebbene, replica allora la voce metallica di Welby, "che cosa c'è di 'naturale' in una sala di rianimazione? Che cosa c' è di naturale in un buco nella pancia e in una pompa che la riempie di grassi e proteine? Che cosa c' è di naturale in uno squarcio nella trachea e in una pompa che soffia l' aria nei polmoni? Che cosa c' è di naturale in un corpo tenuto biologicamente in funzione con l' ausilio di respiratori artificiali, alimentazione artificiale, idratazione artificiale, svuotamento intestinale artificiale, morte-artificialmente-rimandata? Quando un malato terminale decide di rinunciare agli affetti, ai ricordi, alle amicizie, alla vita e chiede di mettere fine ad una sopravvivenza crudelmente 'biologica', io credo che questa sua volontà debba essere rispettata ed accolta con quella pietas che rappresenta la forza e la coerenza del pensiero laico".
Approvo in pieno e spero tanto che prima o poi qualcuno si degni di rispondere a queste specifiche domande. Troppo spesso si parla in generale perdendo di vista ciò che realmente ci circonda.
Ma voglio anche aggiungere: Il cristianesimo dice: "Ama il prossimo tuo come te stesso". E' amore lasciare un uomo al suo destino di sofferenza? Non mi sembra amore fare in modo che queste sofferenze continuino, accanirsi e ostinarsi a non capire le contraddizioni che ci sono tra le basi del pensiero cristiano e ciò che poi si predica nelle piazze. Mi direte: "sono interpretazioni delle parole sacre". Benissimo, ma perchè lui deve continuarea soffrire per delle "interpretazioni"?
Nel cristianesimo si parla tanto di amore per la vita. Appunto per il grande amore per la vita si soffre ancora di più per una vita che non può essere definita tale. Si parla tanto di dignità della vita. Ma che dignità c'è in una vita vegetativa quasi esclusivamente artificiale?
Un ultimo appunto: Ma perchè cazzo dobbiamo essere noi a decidere della vita degli altri?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 00:14, , links to this post




Chavez, un Dio!

Certo che vedere Chavez che prende per il culo Bush, chiamandolo "cowboy alcolizzato" è uno spettacolo per il quale non posso fare altro che ringraziare il corriere per avermelo fatto vedere!

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 16:12, , links to this post




Siamo un popolo di leccaculo?

Ma la vogliamo smettere di leccare il c**o al Papa? Mi sento in una corte medioevale dove il sovrano non poteva essere contraddetto e tutti facevano a gara per servirlo meglio per ricevere il premio che giungeva grazie alla sua immensa bontà (la vita eterna?). Ma basta! Ora è scoppiata una polemica per Prodi che ha detto: «Alla sicurezza del Papa ci penseranno le sue guardie. Cosa volete che vi dica...». Vabbene che in questo caso ha dimostrato poco tatto, proprio dei leccaculo patentati, ma almeno è stato sincero, evitando di condire le affermazioni con abominevoli lodi ingiustificate di Ratzinger. Cosa c'entra il governo italiano con la sicurezza del Papa? Non ditemi che ora Prodi è diventato responsabile della sicurezza del Papa. Se è così non ne sapevo niente. Che ne può sapere quello se non gliene frega niente perchè ha per la testa problemi più seri che lo riguardano direttamente (vedi Telecom)? Che il Papa si faccia difendere da chi di dovere e che la si smetta di pensare che appena qualcuno parli di Papa si debba per forza mettersi in ginocchio.
P.S. certo che poer creare polemiche inutili e al limite della stupidità noi italiani siamo unici

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 10:40, , links to this post




Papa convertiti!

Questa è bella. Notizia che giunge dalla Libia. Il figlio maggiore di Gheddafi, nel corso di na competizione internazionale di memorizzazione del Corano (!?!?) afferma che se il Papa fosse una persona ragionevole dovrebbe dimettersi e convertirsi all'Islam. Provocazione o è stupido davvero?

Io ho già espresso nel Bloggoverno cosa ne penso della faccenda. Il Papa sicuramente ha sbagliato, ma, mi dispiace dirlo, i musulmani stanno proprio esagerando. Dopo le scuse vogliono anche che Ratzinger si converta. E dopo? magari che vada casa percasa a baciare i piedi a tutti coloro che hanno bruciato la sua immagine per avergli aperto gli occhi?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 23:46, , links to this post




Anniversario morte padre Puglisi

Non ho intenzione di ricordarlo scrivendo una sua biografia o spiegarvi cosa ha fatto per palermo e in particolare per Brancaccio. Per quello c'è wikipedia o qualsiasi altro sito . Qui vorrei solamente ricordarvi che andò nella strada giusta.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 15:48, , links to this post




Basta


Mi sono stancato. Basta con questo Palermo=mafia. Ma non si riesce proprio ad andare oltre questi pregiudizi?

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 21:03, , links to this post




Mafia e Chiesa

La mafia non esiste! Questo ci si sentiva ripetere sempre in Sicilia. Anche i rappresentanti ecclesiastici in terra sicula, da sempre legati al potere forte dei grandi latifondisti e quindi alla mafia, ripetevano in continuazione che la mafia era solo un'invenzione comunista, che il vero male erano i socialisti. Ora, nel 2006, dopo padre Puglisi morto senza neanche la Chiesa che si costituisse come parte civile, dopo il famoso discorso di papa Giovanni Paolo II contro la mafia, è bene che la gente sappia cosa è successo e cosa continua a succedere in Sicilia. Cliccando qui potrete trovare un articolo che tratta di Chiesa, mondo cattolico e mafia di Umberto Santino, pubblicato su narcomafie nel 2001.

P.S. un grazie a Gonzo per la segnalazione dell'articolo.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 21:18, , links to this post




Giornalisti, accendete tutti i microfoni

Ormai è diventato l'unico modo per sapere veramente cosa pensano i "padroni" del mondo. Tempo fa a causa di un microfono lasciato accidentalmente acceso si potè ascoltare una discussione tra Bush e Blair sul Libano. Il capo di Stato Usa non parlò in maniera politically correct, ma almeno si potè sapere cosa realmente pensava il buon caro leader americano. Ora anche con Chirac qualcuno si è scordato il microfono acceso. Stavolta, confidandosi col leader spagnolo Zapatero, il capo di stato francese ha detto chiaro e tondo che per due o tre mesi non ci dovrebbero essere problemi per la missione di pace in Libano. Il problema sta in quella che appare la seria preoccupazione di Chirac che in seguito ad una probabile riorganizzazione di hezbollah la situazione potrebbe diventare pericolosa. Apposto siamo!

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:23, , links to this post




11/09/01 - 11/0906

5 anni ci separano da quel tragico evento. Tanto è cambiato, e purtroppo non in meglio. L'occidente civilizzato in questo lasso di tempo che ci separa da quell'indimenticabile giorno ha dimostrato tutta la sua meschinità, la sua incapacità di gestire un confronto con un mondo che ci crede nemici senza tra l'altro avere tanto torto. Mai e poi mai potrei giustificare ciò che hanno fatto (?) Bin Laden & co., ma neanche potrei giustificare le "bravate" di Bush & co. In questi anni siamo stati in Afghanistan a cercare il leader di Al Quaeda. Non siamo riusciti a trovarlo. In compenso abbiamo avuto un numero non trascurabile di morti sia tra i soldati che hanno combattuto contro i taliban (che tra l'altro tempo fa gli Usa sostenevano nella gurra contro la Russia) ma sopratutto tra i civili afghani. Bel modo di fronteggiare la jihad islamica, complimenti! Non pago, sempre sull'onda dell'11 settembre, Bush ha attaccato l'Iraq per le armi di distruzione di massa che anni dopo ancora nessuno ha trovato. Si gridava alla presunta relazione tra Saddam Hussein e Al Quaeda, ma pochi giorni fa lo addirittura il senato americano ha rivelato che era una bufala. Senza armi di distruzione di massa, con il controllo del petrolio iraqeno ma con una bella patata bollente in più in mano, gli Usa si trovano ora di fronte un Paese ingovernabile con una guerra civile in atto e con morti che si susseguono giorno dopo giorno in una tristissima routine. Bellissima idea questa! Coloro che prima vedevano di cattivo occhio gli Usa sicuramente adesso ameranno alla follia il nostro bel mondo "civilizzato" che abbiamo portato loro la democrazia. Nel frattempo abbiamo assistito inermi agli attentati di Madrid, Londra, Sharm El Sheikh. Noi moriamo e i capi delle due fazioni ci riempiono di retorica. La gente comune continua a morire senza ragione in tutto il mondo e loro continuano riempirci di belle parole, difendere la libertà (eliminando la privacy, incarcerando e torturando la gente, uccidendola con attentati suicidi) combattere il nemico che minaccia il nostro stile di vita. Belle schifezze. Mi sento solo di ringraziare Bin Laden, Bush, Al Zarqawi, Condolizza Rice, Al Zawahiri, Cheney e tutta la compagnia per avermi fatto vivere 5 anni veramente di merda.

P.S. mi sono soffermato poco sulle tantissime vittime di 5 anni fa. Se esistesse un dio non potrebbe permettere che certe cose accadano, e non lo dico per fare retorica ma perchè ci credo veramente.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 00:20, , links to this post




Si ricomincia

Per chi non vedeva più l'ora e per chi invece se la stava godendo senza: ricomincia il campionato che di più bello del mondo ormai non ha niente, ma almeno vi giocano 4 polli che si fanno chiamare campioni del mondo. Io confido nel quarto posto del mio Palermo, sperando nello scudetto del Milan a danno della rivale cittadina superfavorita; per il resto vada come deve andare, basta che alla fine io vinca il fantacalcio che quest'anno ci sono di mezzo soldi e perdere fa sempre male!

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 11:34, , links to this post




Riesumiamo Mussolini? Perchè?

Ultimamente un nipote ha chiesto di riesumare la salma del nonno per accertare la vera causa della morte. E' per la verità storica, ho sentito dire. Io però credo che anche se gli hanno sparato, o se lo hanno impiccato in piazza o come hanno voluto ammazzarlo lo hanno ammazzato, rimane sempre una delle persone più schifose che l'Italia abbia mai visto.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 15:57, , links to this post




Freddie Mercury oggi avrebbe compiuto 60 anni


Per ricordarlo non trovo altre parole migliori delle sue:

I'm just the pieces of the man I used to be
Too many bitter tears are raining down on me
I'm far away from home

And I've been facing this alone

For much too long
I feel like no-one ever told the truth to me

About growing up and what a struggle it would be
In my tangled state of mind
I've been looking back to find

Where I went wrong

Too much love will kill you

If you can't make up your mind
Torn between the lover

And the love you leave behind
You're headed for disaster
'cos you never read the signs
Too much love will kill you

Every time

I'm just the shadow of the man I used to be

And it seems like there's no way out of this for me

I used to bring you sunshine

Now all I ever do is bring you down

How would it be if you were standing in my shoes
Can't you see that it's impossible to choose
No there's no making sense of it

Every way I go I'm bound to lose

Too much love will kill you

Just as sure as none at all
It'll drain the power that's in you

Make you plead and scream and crawl

And the pain will make you crazy

You're the victim of your crime

Too much love will kill you

Every time

Too much love will kill you

It'll make your life a lie

Yes, too much love will kill you

And you won't understand why

You'd give your life, you'd sell your soul

But here it comes again

Too much love will kill you

In the end... In the end.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:32, , links to this post




Libertà

Fin da piccoli siamo stati abituati a pensare che esistesse qualcosa chiamato libertà. Si è combattuto per la libertà, si sono spese tantissime parole sulla libertà e ancora se ne spenderanno, come si continuerà a combattere. La Chiesa e la religione cattolica ci hanno da sempre insegnato che Dio ci ha dato il libero arbitrio per decidere delle nostre azioni per guadagnare o meno la vita eterna. Il mio problema sta nel fatto che non riesco a vederla questa libertà di cui tutti parlano. Ho da poco letto alcune cose che mi hanno fatto riflettere sull'argomento. Oltre ai condizionamenti riconosciuti ormai da tutti, cioè il nostro carattere, le nostre esperienze, i luoghi e la cultura che ci hanno plasmato, c'è tanto altro che ci impedisce di essere liberi, sopratutto di pensare. Sono profondamente convinto che i nostri pensieri, e quindi anche le nostre azioni, siano una diretta conseguenza di ciò che conosciamo. Da ciò deriva il mio problema, dalla conoscenza. Per quanto possiamo essere forti e indipendenti nei nostri pensieri, i mass media e il mondo intero filtrano ciò che ci è concesso pensare, mettendo davanti ai nostri occhi solo ciò che ci è consentito vedere e conoscere. E' libertà questa? E' libertà il non poter leggere un bel libro perchè per conoscerlo dovrei arrampicarmi in chissà quale scaffale dato che non è piaciuto ai critici (lo stesso dicasi per il cinema o per la musica)? Non penso proprio. Ma la cosa ancora più brutta, oltre alla limitatezza delle "soluzioni" che ci vengono proposte, è che tra queste soluzioni siamo portati a sceglierne alcune e non altre per determinati motivi che non decidiamo noi. Faccio un esempio: tra varie canzoni appena uscite, tendiamo a preferire quella maggiormente orecchiabile, cioè quella che ci ricorda inconsciamente qualcosa di già ascoltato (ecco il perchè dei tantissimi plagi). Nel cinema, oppure, fanno successo i film non solo per la mole di soldi destinati alla pubblicità, ma anche perchè aggiungendo oggetti familiari nelle scene, o facendo allusioni a qualcosa che il pubblico già conosce o già ha vissuto o già ha visto, che considera familiare, si crea un rapporto di intimità con lo spettatore che fa si che noi burattini si gradisca lo spettacolo propinatoci. Insomma ci piacciono certe cose solo se seguono determinati canoni. Come metafora per la nostra condizione mi pace pensare ad un modello particellare di un solido nel quale tutti noi siamo particelle a cui è concesso solamente di oscillare, niente più. Siamo massa senza cervello, altro che liberi.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 12:41, , links to this post




Il pezzo di merda

Il pezzo di merda è quella persona di cui avresti fatto volentieri a meno. Peccato che ci si accorge sempre troppo tardi dei propri errori...

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 11:02, , links to this post




Tinturia a Capaci

E stasera concertone! E pure aggratìs! Dopo una pizza ci voleva la carica dei Tinturia per smaltire un po' il cibo appena mangiato e per scatenarsi. E' vero, accanto a me nessuno si muoveva, ero il solo a saltare e battere le mani, ma io mi sono divertito lo stesso. E' un bel gruppo: bravi i musicisti, bella la musica con quel tocco folkloristico in più che la lingua sicula da alle loro canzoni, bravo il cantante, uno che a Mtv verrebbe definito "carismatico"; insomma, mi sono piaciuti. Ci volevano proprio.

P.s.: per chi fosse interessato alla loro musica, un misto tra rock, ska, raggae, ecc., consiglio vivamente Luna china luna vacanti (la più bella al concerto). Per chi non li conscesse (anche se non so fino a che punto possa esservi utile saperlo), sono quelli della colonna sonora di Nati Stanchi (il film di Ficarra e Picone).

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 01:47, , links to this post