Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Richiesta irrealizzabile

Io cmq ci ho provato. Oggi, preso di tanta buona volontà ho deciso di mandare una e-mail al partito al quale di sicuro concederò il mio voto, la Rosa nel Pugno, per fare una richiesta precisa. Ora vi scrivo il testo della mia domanda:
"salve, vorrei chiedervi se non pensate sia opportuno, nel caso l'Unione vincesse le prossime elezioni o meno, cercare di fare approvare un alegge che espella i condannati in via definitiva dalle liste dei partiti? Magari entro il progetto per lanuova legge elettorale che spero tanto si faccia. Spero, inoltre, che l'alleanza con altri partiti (Ds e Margherita e non so quanti altri) che presentano queste persone in lista non vi impedisca diportare avantiuna lotta che giudico molto importante per il futuro del Paese. Grazie"
E la risposta non si è fatta attendere. Infatti, oggi stesso:
"Caro Melodia, non so se sia fattibile e anche se sia giusto che un partito - per legge - sia condannato ad espellere obbligatoriamente condannati in via definitiva.
Mi spiego: intanto i partiti sono organizzazioni private e, dunque, non sono troppo d'accordo che ci si intrometta, per legge, nella loro organizzazione interna. Lo giudichino piuttosto militanti, iscritti ed elettori se sono d'accordoo meno a trovarsi fiancoa fianco con pregiudicati.
Poi distinguerei anche i reati. Non tutti evidentemente sono uguali. Si può essere condannati per un vilipendio, per un furto, per una disobbedienza civile, come capita a noi radicali, per reati di mafia. Insomma, non ne farei una regola generale. La moralità nei partiti - penso sia questo lo spirito della sua email - è esigenza sacrosanta e giusta, condivisibilissima. Ma più che a una legge, vorrei che fosse affidata ad ognuno di noi : i partiti sono programmi, ma anche persone, e per quel che si è fatto e per come losi è fatto vanno giudicate. se poi, come diceva una canzonetta, ci piace un mondo di ladri, siamo noi e solo noi i responsabili. Non crede?
Torni pure a scrivermi se crede e vuole. L aquestione è interessante. Un caro saluto"
Sicuramente sono d'accordo che sarebbe meglio non intromettersi nell'organizzazione interna dei partiti, ma almeno io questi elementi li renderei incandidabili. Naturalmente anche tenendo conto della gravità del reato per il quele si è stati condannati. Non ne avevo accennato perchè trattavo il problema a livello generale. Cmq queste mieosservazioni le ho fatte presenti e attendo la nuova risposta.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:55,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home