Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Gabriel Garcia Marquez - Cent'anni di solitudine


Questo è un gran bel libro che vale veramente la pena leggere. Fluttua tra realtà e quel pizzico di fantasia che rende il libro quasi imprevedibile, emozionante al punto che non ti ci vorresti staccare fino alla fine. La storia di questa famglia di pazzi, la famiglia Buèndia, è un flusso continuo di avvenimenti così insensati, imprevedibili e coinvolgenti che si rischia di perdercisi dentro. Non si può non affezionarsi a Ursula che, mentre le generazioni passano resiste alla devastazione del tempo lottando per mantenere la famiglia come l'aveva sempre conosciuta. Non si può non affezionarsi a Josè Arcadio Buèndia, il capostipide che con la sua temerarietà, la sua testardaggine, il suo coraggio e la sua follia fa si che tutto abbia inizio. Poi un po' tutti gli altri occupano man mano che passano il loro posticino a Macondo e nelle nostre menti tra una lettura e l'altra con la curiosità di sapere come sarebbero andate a finire le vicende di questo o quello scriteriato personaggio. Potrei trovare un unico difetto: I nomi. Tutti uguali (figli e nipoti, sia maschi che femmine prendono sempre il nome di nonni o genitori) tanto che a volte ci si potrebbe confondere, ma anch'essi fanno parte volutamente della struttura del libro, hanno il loro perchè e con un po' di attenzione si evita di perdersi. Nel complesso il libro merita un bel 9+, vediamo se riesco a farlo leggere anche alla mia ragazza. Per quanto riguarda la mia prossima lettura, non so.... Urge una visita in libreria.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 10:42,

3 Comments:

At 20:23, Anonymous raser said...

hai già letto "le ceneri di angela" di mccourt? te lo consiglio

 
At 20:57, Blogger Ajeje87 said...

Oltre a non averlo letto non ne ho neanche sentito parlare. Mi informo e lo prendo in considerazione come prossima scelta. Grazie per il consiglio

 
At 17:15, Anonymous JP said...

Il capolavoro assoluto di Marquez, libro incredibile, trasognante, onirico, reale. C'è tutto, tutta la vita, tutto l'arco dei sentimenti provabili da un essere umano.

Anche "Il generale nel suo labirinto" di Marquez è un gran libro, consigliato.

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home