Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Senza più pudore

Ormai l'ingerenza di Ruini, Ratzinger & co. è diventata davvero spudorata. E' al limite del sopportabile quando la si traveste da dettami di carattere morale, ma ora, palese com'è, ha passato il segno. E' una grande mancanza di rispetto per il Parlamento italiano e di conseguenza per tutti gli italiani. Anche verso i cattolici, ai quali velatamente è stato detto di non pensare con la propria testa, tanto ci pensa la Chiesa a farlo per voi. E io non ci sto. Mi sono rotto le scatole di dover sopportare questa continua ingerenza, questa pretesa di decidere loro cosa è lecito e cosa no, senza nessun cretino che si azzardi a rispondere per le rime. E' una vergogna tutta italiana. In Europa chiunque ha riconosciuto da anni le convivenze, le coppie di fatto, i diritti degli omosessuali, di coloro che non vogliono sposarsi, e solo noi dobbiamo stare a sentire due vecchi che in nome del loro Dio vogliono decidere le leggi di un altro Stato che dovrebbe essere sovrano. Mi sto vergognando, per l'ennesima volta, non solo della classe politica italiana, ma dell'Italia intera. Può essere mai che non ci sia nessuno con l'autorità e il coraggio di rimandare al mittente le intrusioni giornaliere? In Tv e nei telegiornali si presentano solo Ruini, Ratzinger, Navarro Vals, e tutti i preti e i vescovi di questo mondo. A quando una replica decisa da parte del mondo laico? A quando un contraddittorio serio? Relativismo contro Assolutismo.
Mi sa che lo stato italiano dovrebbe riiniziare a porre il veto sulla nomina dei vescovi. Vediamo poi chi è che si lamenta rivendicando la propria autonomia.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:50,

16 Comments:

At 21:22, Anonymous Sostiene Proudhon said...

hanno oltrepassato ogni limite, ma più ridicoli di loro sono i sedicenti liberali di forza italia e tutta l'accogliazza clericofascista che insegue i diktat vaticani

 
At 21:35, Anonymous Anonimo said...

si farà l'amore ognuno come gli va

Quello che mi meraviglia sempre di voi é che non c'é in giro nessuno, ma DICO nessuno, che presta, pur non afferrandone i contenuti, cosi tanta attenzione alle parole pronunciate dall'alto prelato. Nel silenzio del nulla esse ribalzano e danno da pensare, ma nessuno se ne discosta, perché costa in termini di voto. E qui viene smascherata l'ipocrisia di quello che voi chiamate la politica.

E cio' mentre i bacchettoni della religione relativista ce la mettono tutta per difendere il modello ipercapitalista del sex&family shop : é un nuovo mercato perchè non approfittarne? (polizze assicurative vita natural durante, tanto i signori hanno l'80% in piu' di possibilità di sperarsi, locali per gay, vacanze per gay...e poi si chiude un occhio se i signori dovessero coinvolgere nei loro giochetti qualche minorenne...) presto la vita di coppia sarà soppiantata dal nomadismo sentimentale e tutti avranno vite multiformi e simultanee. Bambini seminati in giro non si sa da quali e quanti padri. Stati, leggi, banche e amministratori di condominio si attrezzeranno per registrare gli effetti delle relazioni fondate sui legami effimeri, multipli e transitori. E anche sotto il profilo pensionistico sarà amministrato il sesso fatto quanto più possibile, con quante più persone possibili, in tutti quanti i modi possibili, tanto meglio. Questo, dicono lorsignori, sarà il Nuovo Mondo. Perciò, adeguiamoci (Progresso) e approntiamo un bel piano di gestione delle risorse emozionali (Scienza).
Bene. Ora, anche volendo prendere per buone le profezie in morte della famiglia, riflettiamo un po': com'è che l'"Al di là del bene e del male" è diventato l'angelo Emmanuele che unisce le élite "progressiste" dal nord al sud dell'Europa? In effetti la borghesia non è più quella di una volta. In effetti il libertino non è più un modello unico e aristocratico. è un modello pluralistico e democratico. Di quale progresso? Di quello che condurrebbe verso la terra promessa, disabitata dall'odiata verità. Un paradiso? Chissà. Però intanto sembra che "ci sarà da mangiare e festa tutto l'anno", che "si farà l'amore ognuno come gli va". Sembra una canzone di Lucio Dalla, (chissà poi perché il paradiso europeo sembra così simile a quello delle 72 vergini e delle gozzoviglie a gogò).

 
At 21:43, Anonymous Anonimo said...

Gli alti prelati difendono la costituzione italiana contro le leggi proposte dal governo minoritario nel paese

La famiglia costituisce un'esigenza intrinseca della natura umana, come ricorda perfettamente l’art 29 della Costituzione italiana: “La repubblica italiana riconosce i diritti della famiglia, come società naturale, fondata sul matrimonio”. La Repubblica non crea, ma riconosce i diritti della famiglia, che precede lo Stato ed esiste come prima vera forma di società. La famiglia “fondata sul matrimonio”, dunque su un'istituzione ben precisa collaudata da millenni di storia, è il fondamento della società.

Non capisco sinceramente perchè nessuno di preoccupa di difendere la costituzione italiana da leggi che ne contravvengono chiaramente lo spirito. E' possibile che sia rimasta solo la chiesa a farlo?

(aesteagru196)

 
At 21:46, Blogger Ajeje87 said...

@ primo anonimo: effettivamente hai ragione. Con i dico l'Italia diventerà un grande bordello. Sesso libero per le strade, ovunque. Niente più pudore, solo sesso. (certo che come minchiata questa è bella).A voi cattolici resterà solo di andare a vivere entro i confini di città del vaticano. Magari vi potrete vantare di coloro che vi governano.

 
At 21:50, Blogger Ajeje87 said...

@asteargu: la famiglia è e rimane tutelata. Non è stato tolto nessun diritto alle famiglie e la loro legittimità rimane tale. Difendere la famiglia perònon significa dover imporre la famiglia non concedendo nessun diritto a coloro che non si sposano.

 
At 21:57, Anonymous Anonimo said...

A parte il fatto che noi cattolici di sesso ne facciamo un ennesima potenza di voi altri con l'unica differenza che non lo infiliamo nel primo buco che ci viene in mente....chiaramente ti è venuto comodo rispondermi con quei toni scontati, glissando sull'aspetto del modello ipercapitalista del sex&family shop. Anche perchè riconoscendo il vero che ci sta sotto (tant'e vero che le grandi multinazionali usa stanno spingendo il predetto modello), entrate in crisi e non sapete cosa dire...

 
At 22:07, Blogger Ajeje87 said...

Me lo spieghi dove hai sentito parlare di pressioni delle multinazionali del profilattico per un modello di società libertino? Mi sa di affermazione fuori dal mondo. Comunque, se vuoi che ti risponda su questo ti dico che se la società va verso questa direzione non è certo per colpa dei pacs o dei dico e neanche dei preservativi. Guarda i modelli che la televisione pluralista del tuo amico Berlusconi presenta. Tette, coscie e culi di fuori non mi sembra che incoraggino una vita di sano sesso all'interno del matrimonio. Il problema poi, non è proprio il sesso. Se la società va in questa direzione è anche colpa di voi cattolici che probabilmente avete diffuso male il vostro messaggio basandovi troppo sull'aspetto politico e poco su quello sociale. Magari è anche la gente che si è stufata di restrizioni che non comprendeva e che non ha avuto più voglia di rispettare. Ce ne sono tanti di motivi per spiegare questa deriva della società, ma non ci vedo certo ne pacs ne preservativi. Fino ad oggi i pacs in italia non ci sono stati intento centinaia di migliaia di persone convivono. Come te lo spieghi? O meglio, come vuoi affrontare il "problema"? Se li vuoi lasciare come stanno come farebbero i caritatevoli alti prelati cristiani non mi interessa. Io, da italiano, sento la necessità di tutelare anche questa gente con dei diritti che gli spettano.

 
At 23:45, Anonymous Anonimo said...

Qualcuno si è mai chiesto perchè esiste, da millenni ed in ogni parte del mondo, questa cavolo di istituzione che chiamiamo matrimonio ?

 
At 10:14, Anonymous giamo said...

Sono d'accordo con il tuo post.
E leggendo anche i commenti lasciati su mi convinco sempre più della validità di quanto sosteneva qualche tempo fa Zagrebelsky su MicroMega: sembra esserci una incompatibilità delle attuali posizioni cattoliche con i principi stessi della democrazia, perché loro non solo pretendono di essere in possesso della verità, ma hanno deciso di imporla anche a chi quella verità non la condivide affatto.
Un saluto

 
At 19:21, Blogger molay said...

"Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; per il dilagare dell'iniquità l'amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà fino alla fine sarà salvato." (Mt. 24, 9-13).
Il buon Ajeje scriverà che la mia è una citazione fuori luogo, naturalmente. La caccia al cristiano è incominciata fratelli.

 
At 20:14, Anonymous raser said...

mi spiace per molay e per gli esperti di marketing religioso del vaticano, ma non ci saranno nuovi martiri. qui non si tratta di sopprimere una religione, ma di impedire che torni ad essere religione di stato imposta a tutti. siete contari a pacs, dico, ecc.? va bene, ma argomentate, non tirate fuori il "disegno divino", perchè chi non crede in dio non deve trovarsi una legge dello stato scritta in base alla legge di qualcuno/qualcosa in cui non crede.

io sono cristiano e vivo il cristianesimo in assoluta pace con la mia coscienza, pur essendo favorevole a tutte le leggi che danno libertà a ciascuno di scegliere come comportarsi nella propria vita. io non usufruirò mai nè dei pacs, nè dei dico, nè dell'aborto, ma siccome non mi ritengo dio non impongo ad altri di comportarsi come io penso sia il modo migliore.

 
At 21:06, Anonymous Anonimo said...

Bello leggere questi grandi pensatori ispirati dai Micromega (chi è poi sto Carneade pezzente?; guarda che se il cattolicesimo non ci fosse stato, caro amico, vivresti in un qualche tipo di dittatura o in qualche altra barbarie) o i cattolici fai da te, che pensano di poter vivere in pace con la loro coscienza; non hanno capito che il cattolicesimo non é una dottrina, un'ideologia politica o sociale, una morale, ma l'avvenimento di un incontro...d'altro canto cosa si vuole pretendere da chi quest'incontro non l'ha fatto...voi continuatevi a leggervi micromega...

 
At 12:00, Anonymous raser said...

caro anonimo, se tu fossi in grado di leggere ed avessi una cultura sufficiente a non pretendere di imporre a tutti la tua visione derivante da verità rivelata, noteresti che io non mi sono definito "cattolico", ma "cristiano", che sono due cose ben diverse.

 
At 17:25, Anonymous jack leopardi said...

sono d'accordo con te ma bada che non si tratta di travestimento morale. Loro lo fanno perchè spinti dalla propria coscienza. I problema è l'immoralismo statale, non l'ingerenza. E' ovvio che non penso ad uno stato etico. Certo è che nessuno richiama la costituzione quando loro proprongono le loro sante discriminazioni

 
At 14:56, Blogger Ajeje87 said...

@molay: effettivamente qualche bel cattolico me lo mangerei volentieri...

 
At 21:16, Blogger molay said...

lo so :)

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home