Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Gabriel Garcia Marquez - L'amore ai tempi del colera

L'ho iniziato a leggere perchè Cent'anni di solitudine mi aveva entusiasmato e, in mancanza di una valida alternativa, sono tornato subito a leggere qualcosa di Marquez. Come al solito, un libro scritto veramente benissimo; Marquez può scrivere anche di stronzate ma lo fa come forse nessun altro al mondo. Il libro tratta un argomento per tornare sempre dopo ad approfondirlo, a spiegarlo meglio, a farlo vivere da ancora più vicino. Infatti il libro si apre con quella che potrebbe benissimo sembrare la fine di una bellissima storia d'amore: la morte del marito della bella, ma ormai anziana, Fermina Daza. Subito dopo il funerale però accade un fatto inconsueto: un uomo a noi sconosciuto dichiara nuovamente il suo amore per la neovedova. Ma subito viene in nostro aiuto Marquez per chiarirci la situazione che naturalmente appare almeno strana e inconsueta: l'uomo, Florentino Ariza, è colui che, in silenzio, ha amato l'ormai anziana donna per tutta la vita e che finalmente, con la morte dell'uomo che tanto dolore gli aveva procurato, vuole fare il "passo decisivo". Il libro parla di quest'uomo che in cuor suo non ha mai smesso di amare la donna della quale si innamorò quando i due erano ancora raggazzi.
Nel complesso non nego che mi aspettavo qualcosina di più, ma in fondo il libro è stato piacevole dò un 7- .

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 21:56,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home