Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Andrea Camilleri - La Vampa D'Agosto

Dopo l'ultimo libro che è stata una mezza delusione (quello di Sciascia) devo dire che questo mi è piaciuto. Pensavo di trovarmi davanti al solito Montalbano ma mi sbagliavo. O meglio, Montalbano era sempre lui, con i suoi pregi e i suoi difetti, quasi una persona reale, ma questa storia mi ha sorpreso piacevolmente, mi ha colpito in special modo il finale. Catarella, come sempre, è una risata continua, Mimì Augello non si vede proprio, Fazio è una spalla fidata, tutto un po' come al solito; l'unica cosa che cambia è che il commissario sta iniziando a invecchiare, qualche colpo lo perde anche lui e si sa, la carne è carne..... Vabbè, non voglio anticiparvi più niente. Nel caso decidiate di leggerlo non voglio rovinarvi la sorpresa finale (io qualcosina devo dire che l'avevo intuita... ;)). Voto: 7.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 20:49,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home