Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Domanda

Ma secondo voi ai genitori del bullo deficiente, prima di denunciare la maestra, è passata anche per un solo istante per la testa l'idea di dire al proprio figlio che deficiente c'era davvero?
qui la notizia

Secondo me no, e questo mi preoccupa.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:50,

8 Comments:

At 15:51, Anonymous giovanni said...

di solito i figli deficienti hanno genitori non all'altezza del proprio compito.

 
At 16:33, Anonymous Anonimo said...

Verissimo, da sottolineare anche che ormai c'è la tendenza a risolvere ogni problema dando addosso all'insegnante perché fa qualcosa o perché non lo fa, che c'entri il fatto che gli insegnanti guadagnano poco e quindi sono socialmente deboli ?
Bell'articolo sull'argomento di Gramellini, sulla Stampa di oggi

 
At 20:39, Anonymous Gianluca said...

Okkio, perchè hai fatto(involontariamente spero) lo stesso errore di grammatica del DEFICIENTE !
Quello che è successo è soprattutto uno spot bellissimo per la scuola e l'educazione......e poi ci si lamenta che non ci sono più i valori di una volta! Ma una volta gli educatori potevano usare metodi che i genitori condividevano perchè sennò l'educazione,appunto (scusa la ripetizione),andava,per dirla con un eufemismo,a farsi fottere!
Benvenuti nel nuovo mondo degli arroganti e cafoni!

 
At 21:54, Anonymous Anonimo said...

secondo me no!!!a volte i genitori credono di conoscere i propri figli quando in realtà nn sanno proprio niente di loro!!!sarà colpa dei tempi????cm dice mio nonno si stava meglio quando si stava peggio

 
At 09:49, Blogger Ajeje87 said...

mi sento un vecchio quando dico certe cose, ma ormai la scuola sta finendo, e non perchè siamo a giugno

 
At 14:59, Anonymous Lou Mogghe said...

Ciao...hai perfettamente ragione...anche secondo me non hanno pensato neanche per un istante a questa possibilità.
Lou Mogghe

 
At 23:37, Blogger molay said...

In terza media un giorno ho dimenticato a casa il materiale di educazione artistica. L'insegnante mi obbligò a scrivere 30 volte una frase del tipo "Oggi ho dimenticato a casa il materiale di educazione artistica. Sono stato molto distratto ma prometto che in futuro non succederà più". Non lo dissi a nessuno perchè consideravo la cosa molto umiliante ed anche perchè ero uno dei più bravi della classe. I miei genitori lo vennero a sapere mesi dopo e mi dissero che il professore aveva fatto bene.

 
At 20:56, Blogger Ajeje87 said...

forse il tuo professore ha un tantino esagerato con una simile punizione per una normale dimenticanza, ma in casi come quello di insulti omofobi tra bambini bisogna far capire che si sbaglia, anche con metodi simili (che non hannomai fatto male a nessuno)

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home