Site Network: Personal |

 

sulla scia dell'opera leopardiana, tratterò tutto ciò che mi passerà per la testa:politica, musica, cinema,ecc. tutto in completa libertà



Ma cosa vogliono?


Non capisco dove vogliano arrivare i signori della guerra civile in Iraq. Capivo la logica di quando si ammazzavano le persone politiche, le persone che volevano entrare a far parte dei nuovi corpi di polizia, le persone che sottostavano agli americani, che diventavano loro amici, che collaboravano. Ma ora, che hanno iniziato ad uccidere bambine sparando col mortaio in una scuola femminile sto iniziando a non capirci assolutamente più niente. Che mondo ingiusto.

Etichette:

posted by Ajeje87 @ 14:54,

12 Comments:

At 16:05, Blogger molay said...

in realtà era già tutto previsto...

 
At 20:34, Blogger Ajeje87 said...

cioè? cosa intendi?

 
At 21:49, Anonymous Anonimo said...

MA COMECI SONO I MORTI IN MANIERA GIUSTA E QUELLI INGIUSTAMENTE...MA CHE RAGIONAMENTI SONO MAI QUESTI...

 
At 21:58, Blogger Ajeje87 said...

Mi hai frainteso. Il mio "che mondo ingiusto" non intendeva fare assolutamente discriminazioni di sorta. Chiedo scusa se mi sono espresso male, ma non credo proprio che esistano morti di serie A e di serie B.

 
At 22:08, Blogger molay said...

Le guerre civili sono le peggiori, sono una corsa vertiginosa verso il male assoluto. Nel caso di specie il tutto è aggravato dal fatto che in quei lidi, nel brodo di quella cultura retrograda e oscurantista, la vita non vale molto... per questo era già tutto previsto, come cantava Cocciante.

 
At 20:03, Anonymous fabio said...

pergo? lì la vita non vale molto? ma cosa stai dicendo?

guardati i video di Fulvio Grimaldi.(sono online, li puoi visionare tutti)

http://www.arcoiris.tv/modules.php?op=modload&name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=342

Ne vidi uno sull'iraq alcuni anni prima della guerra del golfo (non ricordo quale sia dell'elenco) e ti assicuro che è un popolo ricchissimo, umile e durante l'embargo viveva con difficoltà ma con grandissima dignità. L'immagine restituita all'occidente dalla guerra di Bush non può nascondere o far dimenticare cos'era l'Iraq prima dell'invasione. La guerra civile è solo il frutto di quella militare, non ci sono cazzi. Se nessuno avesse rotto le palle nessuno si sarebbe fatto male, altro che cultura retrograda e oscurantista. Era tutto previsto una sega, scusami il francesismo.

ah, prima di chiudere questo commento ho visitato il tuo blog. Ora mi è tutto più chiaro.

 
At 21:24, Anonymous Anonimo said...

Ma siete proprio ignoranti...ma forse sui vostri giornalacci, rivendicazioni come questa non arrivano mai...come potete ancora credere che gli americani sono i cattivi...per chi non ci credesse vi è un biglietto omaggio per volo ad Islamabad e soggiorno culturale nelle scuole coraniche di laggiu'...io mi tengo stretto il vecchio zio sam e mi faccio un volo a new york, sempre che i vostri accoliti non mi mettano una bomba sull'aereo o mi fanno crollare addosso un grattacielo...meditate gente, meditate, se non siete obnubilati dall'ideologia...e leggete questa

«Se punite fatelo nella misura del torto subito» (Corano 16/126). «Uccideteli ovunque li incontriate, e scacciateli da dove vi hanno scacciati: la persecuzione h peggio dell'omicidio» (Corano 2/191). In nome di Allah Il Clemente il Misericordioso - «Operazione Treni della Morte Le brigate Abu Hafsi Al-Misri avevano già promesso nel comunicato precedente (comunicato di Al-Qaida in relazione alle esplosioni di Karbalà e Baghdad) datato 11 del mese islamico di Muharram 1425 che corrisponde al 2 marzo 2004, che le brigate Abu Hafs avrebbero preparato una nuova operazione. Ed eccola, le brigate mantengono le loro promesse. Le squadre della morte sono riuscite a penetrare nel profondo dell'Europa crociata (la Spagna) colpendola in maniera dolorosa».

Si tratta solo di una parte del pagamento di vecchi conti con la Spagna crociata alleata dell'America nella sua guerra contro l'Islam. Dov'è l'America oh Aznar? Chi ti proteggerà da noi, chi proteggerà te la Gran Bretagna, il Giappone e l'Italia, e gli altri che operano con voi. Quando colpimmo le forze italiane a Nassiriya vi lanciammo un monito per voi e per gli agenti dell'America affinchè ritiraste la vostra alleanza contro l'Islam e non avete compreso il messaggio. Speriamo che lo comprendiate questa volta. Noi delle brigate Abu Hafs Al-Misri non ci rattristiamo per la morte di quelli che vengono definiti civili.

«Vi avvertiamo che le brigate della morte arriveranno vicino a voi molto presto, vedrete i vostri morti a migliaia, se Allah vorrà, questo è un avvertimento. In un'altra operazione la brigata dell'esercito di Al-Quds ha colpito la festa dei massoni ebrei ad Istanbul, ed è la festa principale dei massoni nella quale ne sono stati uccisi tre dei loro capi, e se non ci fosse stato un errore tecnico sarebbero morti tutti i massoni ma il decreto divino ne ha uccisi solo tre, e la loda spetta ad Allah.

Diciamo inoltre alle brigate Bilal ibn Rabah che la direzione è d'accordo su quanto proposto, l'operazione avrà inizio con l'arrivo del delegato. E diciamo inoltre alle Brigate Abu Ala Al-Harithi che la direzione ha deciso che lo Yemen sarà il terzo pantano per i dittatori del nostro tempo che sono gli americani, la punizione per il governo apostata verrà nella seconda fase dopo quella di Musharraf».

«Per questo bisogna mettere in allerta tutte le cellule e iniziare l'operazione presso (4515 SB) (ndr., è riferimento in codice). E non dimenticate il massacro, non dimenticate Abu Ala Al-Harithi, non dimenticate il dotto Al-Rabbani che lo Yemen ha consegnato all'Egitto e lo sceicco Abdel Qader Abdel Aziz che h stato arrestato tre mesi dopo i fatti dell'11 settembre. E diciamo a coloro che uccidono i dotti islamici sunniti in Iraq che la pagheranno.

E diciamo ai musulmani nel mondo che il colpo del vento nero della morte ( il colpo atteso contro l'America) ora si trova nella fase finale al 90% e se Allah vuole h vicino. (Nel momento giusto i Mujahidin) vinceranno i fedeli della vittoria di Allah. Un avviso per la Umma (la nazione islamica ndr.) non avvicinatevi alle istituzioni civili e militari americane e dei loro alleati. Allah è il più grande, l'Islam è prossimo.

 
At 21:57, Blogger Ajeje87 said...

ma secondo te gli islamici sono tutti fondamentalisti e cretini come quelli che hanno scritto questo comunicato?

 
At 20:27, Anonymous Anonimo said...

Eppure tu confini con loro...penso e sono certo di avere ragione che sia effettivamente cos^i, con varie sfumature

 
At 21:43, Blogger Ajeje87 said...

siamo tutti confinanti allora, compreso tu

 
At 23:06, Anonymous fabio said...

Si, ecco, invece fai bene te a leccare il culo a questi:

Tutto pianificato da sei anni.
Lo ha rivelato il senatore Chuck Hagel, repubblicano, in una recente intervista: nel 2002 Bush, in previsione dell’invasione dell’Iraq, cercò di strappare al Congresso l’autorizzazione ad intervenire in ogni altro Paese del Medio Oriente.
Ecco il testo.
«Hagel: E alla fine, obtorto collo, la Casa Bianca mandò da approvare una risoluzione al Congresso. Era incredibile: diceva che loro potevano andare dovunque nella regione.
Domanda: Non era specifica per l’Iraq?
Hagel: No, no, diceva tutta la regione! Potevano andare in Grecia, dovunque…in Asia centrale! Era chiaro che intendevano l’intero Medio Oriente. Dovunque. Letteralmente dovunque. Nessun confine. Nessuna restrizione.
Domanda: Si aspettavano che il Congresso li lasciasse cominciare una guerra dovunque nel Medio Oriente?
Hagel: Sì, sì. Completamente aperto. Abbiamo dovuto riscrivere il testo. Joe Biden, Dick Lugar e io abbiamo modificato il frasario della Casa Bianca...».
Insomma già allora Bush cercò di avere mano libera per estendere la guerra a Siria e Iran.
Ciò conferma quel che emerge da un’accurata inchiesta (1): già da anni il gruppo di potere neocon aveva pianificato tutto.
La prima prova è del settembre 2000.
Si trova scritta nero su bianco nel fatale documento del PNAC («Project for the New American Century», nome in sè programmatico per un think-tank) intitolato «Rebuilding America’s Defense»: lo stesso documento che auspicava e prevedeva «un evento catalizzatore, come una nuova Pearl Harbor» per convincere gli americani a partire alla conquista del rango di sola superpotenza mondiale (l’auspicio si avverò l’11 settembre 2001).
Firmato da Paul Wolfowitz, Dick Cheney, Donald Rumsfeld e molti altri nomi neocon e futuri membri del governo, «Rebuilding America’s Defense» diceva tra l’altro: «Gli Stati Uniti hanno aspirato da decenni ad avere un ruolo permanente nella sicurezza regionale del Golfo. Anche se l’irrisolto conflitto con l’Iraq offre la giustificazione immediata, l’esigenza di una presenza sostanziale delle forze americane nel Golfo trascende la questione del regime di Saddam Hussein… Non possiamo permettere che […] l’Iran o altri Stati simili indeboliscano la leadership americana, intimidiscano gli alleati americani o minaccino lo stesso suolo americano».


leggi bene tutto "anonimo".

http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1732¶metro=esteri


ps. ajeje, perché ho una difficoltà enorme a commentare i tuoi post, di solito devo scrivere l'antispam 5 o 6 volte.

 
At 00:06, Blogger Ajeje87 said...

devo dirti che spesso ho problemi a commentare pure io. Ora vedo che cosa posso fare, magari cambio qualcosa e vediamo se diventa più semplice.
Per il commento, hai il mio appoggio completo per far uscire a galla la verità contro quell'essere schifoso che è bush

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home